Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_riodejaneiro

Federico Laterza Trio: Jazz & Bossanova

Data:

17/11/2012


Federico Laterza Trio: Jazz & Bossanova

Federico Laterza, Berval Moraes e Fernando Pinto Pereira

Il repertorio del Federico Laterza Trio è un viaggio nei ‘Due Mondi’ musicali: composizioni di Djavan (Samba do brado), Toquinho (Carta ao Tom 74, canzone sul ricordo di una Ipanema scomparsa), Tom Jobim (Luiza), Ermeto Pascoal (Chorinho para Ele), Mou Brasil (Salto Gigante, chorinho sulle armonie del coltraniano 'Giant Steps') e arrangiamenti in chiave ‘latin’ di standard jazz quali Hallucinations'di Bud Powell o Joy Spring di Clifford Brown. Infine, un particolare omaggio alla figura di Michel Petrucciani, uno dei più magistrali interpreti jazz vicini al mondo del samba e della bossa nova, un mondo che ha sempre influenzato e fatto influenzare dal linguaggio jazz, con cui condivide le radici africane del ritmo che attraverso percorsi diversi ma strettamente imparentati, danno vita agli 'standards ' come alle piu belle canzoni di Tom Jobim, i due mondi che sono l'anima del progetto di Federico Laterza. Al suo fianco troveremo Berval Moraes al basso e Fernando Pinto Pereira alla batteria, due musicisti noti nell’ambiente musicale ‘carioca’ e non solo per il loro virtuosismo ed ecletticità, con cui darà vita ad un continuo dialogo a tre basato sull’’interplay’ tipico del jazz ed il ‘balanço’, versione brasiliana del ‘groove’ e dello ‘swing’ il cui impulso ritmico ha contaminato grandissima parte della musica del XX secolo. Federico Laterza Federico Laterza (Bari, 1961) è compositore e pianista che ha sempre amato, partendo da una formazione classica, spaziare in territori limitrofi al jazz mantenendo di quest'ultimo lo spirito estemporaneo. Attraverso collaborazioni con Antonello Salis, Rosario Giuliani, Sandro Satta, Nicola Stilo,Bob Mover, Eddie Palermo, Karl Potter, Lutte Berg, Dario Deidda ha sempre cercato di coniugare nelle sue composizioni le radici musicali di continenti lontani con il nostro mondo sonoro occidentale. La dimensione del viaggio, che vive in esplorazioni frequenti in India ed in Brasile, quanto nel ruolo di compositore delle colonne sonore di documentari in onda sulle reti televisive nazionali italiane nei palinsesti di Geo & Geo, ‘La Storia siamo noi’ e numerose altre trasmissioni, molti dei quali firmati dal regista Folco Quilici, trova vita nei suoi progetti, tra i quali citiamo 'Worldream' con, tra gli altri, il sitar e l'oud di Eddie Powell (Canada), le tabla di Sanjay Kansa Banik e il sarangi di Pankaj Misra (India) il tar, zarb e setar di Pejman Tadayon (Iran). Con Worldream pubblica 3 cd per l’etichetta Videoradio/Rai Trade, l’ultimo dei quali ‘Journey to Amarnath’ presentato nel 2011 alla Sale el Mouggar di Algeri con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura. Tra le sue collaborazioni citiamo inoltre Folk Magic Band, orchestra multietnica di 22 elementi nata nel Folkstudio di Roma negli anni '70, Brazil Way, in cui compone ed arrangia brani per la cantante brasiliana Claudia Marss ed il quartetto con il chitarrista Robertinho De Paula, che é già stato ospite presso questo Istituto nel dicembre del 2010.

Informazioni

Data: Sáb 17 Nov 2012

Ingresso : Libero


670