Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_riodejaneiro

Zuighes

Data:

22/11/2014


Zuighes

Tenores di Neoneli

Zuighes è una storia, “la storia” sarda forse per eccellenza. Si narra in limba (in lingua sarda) come mai era stato fatto sinora una storia che nel medioevo ha visto protagonisti i Giudici di Oristano (Giudicato d’Arborea) nella lotta per l’indipendenza dagli aragonesi, cui l’isola fu infeudata dal Papa Bonifacio VIII nel 1297. La cosa accese gli animi dei sardi, e solo per sfortuna (la peste uccise Mariano IV ed Eleonora d’Arborea) e per malvagità (l’assassinio del giudice Ugone III e sua figlia Benedetta) il progetto di fare della Sardegna una nazione autonoma e sovrana nel cuore del Mediterraneo alla fine naufragò miseramente. Ma di quell’epopea restano leggi usate per oltre quattro secoli, fatti e personaggi nel mito ancora oggi. Lo spettacolo omonimo, lungi dal poter essere una “lettura” pedissequa di versi scelti del citato libro, è invece un intelligente modo di valorizzare la nostra storia e la nostra cultura popolare. Nello spettacolo soprattutto si affrontano (col canto e col “parlato”) temi tipici del periodo ma ancora molto attuali (il rispetto della natura, l’esaltazione dell’onestà, la tutela delle donne, la voglia di autodeterminazione dei popoli…), contemporaneamente citando e valorizzando personaggi simbolo di quel periodo, passati alla storia come protagonisti di una “storia importante” e mitica, che ha visto il Giudicato di Arborea come al centro di contatti e legami che in tanti ignorano completamente. Musicisti: Tonino Cau, Nicola Loi, Ivo Marras, Angelo Piras, Orlando Mascia, Eliseo Mascia Ballerine: Angela Fais e Chiara Farci * * * * *Tenores di Neoneli Gruppo di canto corale fondato e guidato da Tonino Cau, attivo senza interruzioni dal 1976. Insigniti del titolo di Cavalieri della Repubblica per meriti culturali nel 2011. Hanno all’attivo oltre 1500 concerti in tutta la Sardegna, nella penisola e all’estero, in 27 nazioni di quattro continenti. Il gruppo si connota fin dalla sua nascita per l’originale interpretazione della ataviche tradizioni popolari che interpreta, basate grandemente sul “canto e tenore” tipico del loro paese, Neoneli. Col loro impegno i tenores di Neoneli coniano decine di produzioni originali di spettacolo, collaborano con innumerevoli artisti sardi, e coinvolgono nei loro originali progetti tanti altri artisti nazionali e internazionali. Spiccano, fra le numerose collaborazioni, quelle con Francesco Guccini, Luciano Ligabue, Angelo Branduardi, Francesco Baccini, la PFM, Elio e le Storie Tese, Giovanna Marini. Agli onori della cronaca nazionale per più d’un evento, i tenores di Neoneli si segnalano per: Il concerto più profondo del mondo, nel 1996 (miniera di Iglesias); Il concerto nel mitico Folkstodio di Roma; Il concerto per il Papa (mondovisione Rai per papa Woytila, 2003); Il concertone per la Fao (mondovisione contro l’embargo a Cuba, 1998); Due edizioni del Premio “Tenco” di Sanremo (98 e 99); L’unico gruppo di canto a tenore diffuso per ben due volte in tutto il mondo attraverso altrettanti cd (Arion 1979 - Polygram 1999); Il concerto Sardegna ChiAma, solidarietà in diretta Rai per gli alluvionati del 2013, con Ron, Ornella Vanoni, Gianna Nannini e Paolo Fresu.

Informazioni

Data: Sab 22 Nov 2014

Ingresso : Libero


746