Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_riodejaneiro

Christian Leotta

Data:

22/09/2012


Christian Leotta

Definito dalla leggendaria Rosalyn Tureck come "uno straordinario talento con una meravigliosa musicalità innata", Christian Leotta è stato ammirato anche dal grande Karl Ulrich Schnabel per "il suo perfetto rispetto delle indicazioni dei compositori Classici e Romantici e per la loro profonda comprensione". Nato a Catania, Christian Leotta ha cominciato lo studio del pianoforte all'età di sette anni. Ha studiato con Mario Patuzzi al Conservatorio "G. Verdi" di Milano, alla "Fondazione Internazionale Theo Lieven per il Pianoforte" sul lago di Como e, in Inghilterra, alla "Tureck Bach Research Foundation" di Oxford. Presentando per la prima volta nel 2002 a Montreal, all’età di soli ventidue anni, l'integrale delle trentadue sonate per pianoforte di Beethoven, Christian Leotta è il più giovane pianista al mondo, da quando Daniel Barenboim eseguì il ciclo negli anni ’60 a Tel Aviv, ad aver mai affrontato in pubblico l'eccezionale impresa musicale. Christian Leotta è stato da allora protagonista di ben tredici esecuzioni integrali delle trentadue sonate di Beethoven, interpretandole in Europa e in America in importanti capitali musicali internazionali quali Città del Messico, Lima, Madrid, Montreal, Rio de Janeiro, Vancouver, Venezia e Ville de Québec, per le quali nell'aprile del 2004 il Presidente della Repubblica Italiana, On. Carlo Azeglio Ciampi, lo ha insignito con la sua importante Medaglia. Grazie allo straordinario successo di pubblico e di critica delle sue esecuzioni di Beethoven, Christian Leotta firma nel 2007 un contratto in esclusiva con la prestigiosa casa discografica canadese Atma Classique per la registrazione, in dieci CD, dell'integrale delle trentadue sonate per pianoforte. I primi tre "Volumi" della serie, pubblicati dal 2008 al 2011 e comprendenti 19 sonate, sono stati accolti con i più lusinghieri giudizi dalla stampa specializzata internazionale, che ha descritto Christian Leotta come "uno dei più straordinari interpreti di Beethoven dei nostri tempi" (Muzika21, Polonia), definendo la sua registrazione dell'integrale delle 32 sonate come "un importantissimo contributo agli altri cicli fin'ora disponibili" (Fanfare, Stati Uniti d’America).Programma:LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770 – 1827) Sonata per pianoforte n.19 in sol minore, op.49 n.1 “Leichte Sonate” Sei Bagatelle Op.126 n. 1, in Sol maggiore. Andante con moto n. 2, in Sol minore. Allegro n. 3, in Mi bemolle maggiore. Andante n. 4, in Si minore. Presto n. 5, in Sol maggiore. Quasi allegretto n. 6, in Mi bemolle maggiore. Presto 33 Variazioni in Do maggiore Op.120 sopra un valzer di Diabelli Var. I. Alla Marcia maestoso Var. II. Poco allegro Var. III L’istesso tempo Var. IV. Un poco più vivace Var. V. Allegro vivace Var. VI. Allegro ma non troppo e serioso Var. VII. Un poco più allegro Var. VIII. Poco vivace Var. IX. Allegro pesante e risoluto Var. X. Presto Var. XI. Allegretto Var. XII. Un poco più moto Var. XIII. Vivace Var. XIV. Grave e maestoso Var. XV. Presto scherzando Var. XVI. Allegro Var. XVII Var. XVIII. Poco moderato Var. XIX. Presto Var. XX. Andante Var. XXI. Allegro con brio-Meno allegro-Tempo I-Meno allegro Var. XXII. Allegro molto alla “Notte e giorno faticar” di Mozart Var. XXIII. Allegro assai Var. XXIV. Fughetta. Andante Var. XXV. Allegro Var. XXVI. Var. XXVII. Vivace Var. XXVIII. Allegro Var. XXIX. Adagio ma non troppo Var. XXX. Andante, sempre cantabile Var. XXXI. Largo, molto espressivo Var. XXXII. Fuga. Allegro Var. XXXIII. Tempo di Menuetto moderato

Informazioni

Data: Sab 22 Set 2012

Ingresso : Libero


660