Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_riodejaneiro

Festival do Rio 2011 - Presenza Italiana

Data:

06/10/2011


Festival do Rio 2011 - Presenza Italiana

Momento Italia Brasile

In concomitanza con l’inaugurazione della grande rassegna Momento Italia Brasile, prevista il 15 ottobre 2011 dinanzi al Teatro Municipale, la direzione del Festival do Rio, giunto alla sua quinta edizione, ha deciso di rendere un omaggio speciale all’Italia e alla sua cinematografia. Il Festival, il maggiore dell’America Latina, si è sempre distinto per l’attenzione dedicata alla produzione di film italiani contemporanei, con la riuscita creazione della sezione Presença Italiana, che quest’anno si presenta particolarmente ricca e articolata. Accanto a una retrospettiva dedicata a Dario Argento, indiscusso maestro dell’orrore, realizzata con il Centro Cultural Banco do Brasil, la direzione del Festival, in piena autonomia, ha scelto film rappresentativi della nostra complessa e stimolante realtà, capaci di attirare l’attenzione del pubblico carioca. La gratitudine dell’Istituto Italiano di Cultura va a tutto il team del Festival e in particolare a Ilda Santiago. PROGRAMMA (Orari e Luoghi)*Amore Carne di Pippo Delbono - 2011, 75' Un viaggio tra un esperienza di morte e un desiderio di vita. Un viaggio che ho fatto portando con me un telefonino e una piccola camera, mezzi leggeri che mi hanno permesso di guardare e di essere guardato. Di usare la camera come un movimento degli occhi. Gli occhi che guardano camminando, si fermano, rallentano, cercano, sono insicuri, scoprono. C'e la memoria ancora presente di una carne malata ferita ma c'e anche il mio desiderio di trasformare la ferita in una nuova linfa. C'è il desiderio degli altri, il bisogno degli altri, c'è il mio cercare di cogliere con la camera quegli attimi irripetibili, veri. C'è il desiderio di raccontare attraverso un cinema che non vuole documentare la realtà ma guardarla diventare sogno, poesia. Per cercare quelle linee segrete che uniscono le cose che non capiamo. Per scoprire sceneggiature nascoste, trame nascoste che stanno dietro all'apparente casualità delle cose.*Corpo Celeste di Alice Rohrwacher - 2011, 100' Marta ha tredici anni e, dopo averne passati dieci con la famiglia in Svizzera, è tornata a vivere a Reggio Calabria, la città dov'è nata. Subito si confronta con un mondo sconosciuto diviso tra ansia di consumismo moderno e resti arcaici. Inizia, così, a frequentare il corso di preparazione alla cresima, cercando nella parrocchia le risposte alla sua inquietudine. Incontra don Mario, prete indaffarato e distante che amministra la chiesa come una piccola azienda, e la catechista Santa, una signora un po' buffa che guiderà i ragazzi verso la confermazione. Ma capirà presto che deve cercare altrove la sua strada.*Gianni e le Donne di Gianni di Gregorio - 2010, 90' Il 60enne Gianni conduce una normale esistenza da baby pensionato, vive con la moglie, la figlia e il fidanzato di quest'ultima, che si è piazzato in casa e ormai lui ama come un figlio. Gianni passa il suo tempo fra commissioni, passeggiate con il cane, faccende domestiche e sua madre, novantenne nobildonna decaduta caparbia e ostinata, che non ne vuol sapere di lasciare la vecchia villa alle porte di Roma, dove vive senza badare a spese e con un via vai di badanti. Poi, un giorno, il mite Gianni scopre attraverso il suo amico Alfonso che per tanti coetanei, così come per tanti uomini in età più avanzata, è normale avere delle storie. Inizierà quindi la sua personale indagine su quale potrebbe essere la possibile candidata per una scappatella. *Il Console Italiano di Antonio Falduto - 2011, 90' *Il Gioiellino di Andrea Molaioli - 2010, 110' L'azienda agro-alimentare fondata da Amanzio Rastelli è considerata un vero e proprio 'gioiellino' del panorama economico internazionale. Ramificata nei cinque continenti, quotata in Borsa e in continua espansione verso nuovi mercati e nuovi settori, la società è però gestita a conduzione familiare. Amanzio, infatti, ai posti di comando ha messo i suoi parenti più stretti - il figlio, la nipote - e alcuni manager di provata fiducia, ma privi di una laurea. Tale amministrazione porterà il management ad affrontare sfide sempre più ardue e difficili da gestire: Rastelli e il suo team si vedrà costretto a contrarre debiti, falsificare i bilanci, gonfiare le vendite, chiedere appoggi politici, tentare operazioni di finanza creativa sempre più rischiose. Finché la voragine economica e finanziaria diventerà enorme e pronta a inghiottire tutto. *Italy: Love It or Leave It di Gustav Hofer e Luca Ragazzi - 2010, 75' Dopo il premiato documentario "Improvvisamente, l'Inverno Scorso", Luca Ragazzi e Gustav Hofer sono ritornati. Questa volta devono decidere: stare in Italia o lasciarla come hanno già fatto molti dei loro amici. Osservando alcune icone italiane, intraprendono un viaggio emotivo su una vecchia 500 per l'Italia, per guardare attraverso i cliché e per scoprire, cosa sia rimasto del famoso modo di vita italiano, confrontando un passato glorioso, un presente traballante e un futuro incerto. *Le Quattro Volte di Michelangelo Frammartino - 2010, 88' Sullo sfondo panoramico della Calabria Jonica si intrecciano quattro episodi, frammenti in realtà di un'unica storia. Quella di un'anima che attraversa in successione quattro vite: un vecchio pastore che vive i suoi ultimi giorni; la nascita e le prime settimane di vita di un capretto fino al primo pascolo; la vita di un abete nel corso delle stagioni; la trasformazione del vecchio abete in carbone attraverso il mestiere dei carbonai. *Quando la Notte di Cristina Comencini - 2011, 114' Manfred è una guida alpina, chiuso e sprezzante da quando sua moglie se ne è andata con i due figli. Marina ha preso in affitto l'appartamento sopra quello di lui, per trascorrere un mese di vacanza con il suo bambino. Una notte, qualcosa succede nell'appartamento di Marina e Manfred interviene. Da quel momento lui si metterà sulle tracce di una verità inconfessabile mente lei riuscirà ad intuire l'origine della rabbia e dell'odio di Manfred per lei e per tutte le donne. *Sette Opere di Misericordia di Gialuca e Massimiliano de Serio - 2011 La vita di Luminita, un'adolescente clandestina pronta a tutto per la propria sopravvivenza, si scontra con quella di Antonio, un anziano prossimo alla morte. Tra queste due esistenze ai margini, quando la lotta per la sopraffazione reciproca si fa crudele e miserabile, si scorge un inaspettato barlume d'umanità, la possibilità di un miracoloso contatto umano che cambierà il loro destino. *Silvio Forever di Roberto Faenz e Filippo Macelloi - 2011, 85' Cineritratto ideato dagli autori del libro "La Casta", Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, su una delle figure più emblematiche - amata e odiata, osannata e vituperata - della Storia politica recente del nostro paese: Silvio Berlusconi. *Terraferma di Emanele Crialese - 2011, 88' In un'isola siciliana abitata da pescatori, rimasta intatta e poco battuta dal turismo, i comportamenti e la mentalità degli isolani sta cominciando a mutare, anche a causa dei continui sbarchi di clandestini. E' qui che si svolgono le vicende della famiglia Puccillo, in cui a dettare le regole è un vecchio di grande autorità, che si intrecciano con quelle di Sara, una donna che arriva dall'Africa insieme al figlio Ernesto di nove anni. *This Must be the Place di Paolo Sorrentino - 2011, 118' Un ricco e annoiato divo del rock decide di ritirarsi dalla scene e partire alla ricerca dell'uomo che durante la Seconda Guerra Mondiale ordinò l'uccisione di suo padre in un campo di concentramento. E' sicuro del fatto che quell'uomo sia ancora vivo e che si sia rifugiato come molti altri, negli Stati Uniti. *This is My Land... Hebron di Giulia Amati e Stephen Natanson - 2010, 72' Hebron è un luogo conteso, dominato dall'odio e dalla violenza, ma allo stesso tempo è una città considerata santa da ebrei, cristiani e mussulmani perché qui è sepolto Abramo. Ad Hebron - unica città dei Territori Occupati ad avere una colonia israeliana nel cuore di una città palestinese - il conflitto ha preso la forma di una guerra tra vicini di casa dove l'obbiettivo è conquistare ogni giorno un metro in più di città, tenere il nemico sotto controllo o semplicemente resistere.*La Sorgente delle Donne de Radu Mihaileanu - 2011, 135' In un piccolo villaggio del Maghreb, sono le donne a portare avanti il ménage familiare, oberate di compiti e mansioni, mentre gli uomini non rispettano i loro obblighi. Capeggiate dalla giovane Leila, tutte loro porteranno avanti una campagna contro lo sfruttamento per il trasporto dell'acqua istituendo lo sciopero dell'amore: niente coccole o sesso finché gli uomini non si decideranno a costruire un tubo per portare l'acqua al villaggio. *A Woman de Giada Colagrande - 2010, 94' La giovane e ingenua Julie si innamora, ricambiata, dello scrittore americano Max Oliver. L'uomo è affranto dalla recente scomparsa di sua moglie Lucia Giordano, una celebre ballerina di tango, che è anche la protagonista del suo ultimo romanzo "Una donna". Nonostante gli sconsigli dell'amica Natalie e il timore di vivere nell'ombra della moglie morta, Julie accetta di seguire Max in Italia. Tuttavia, con il passare del tempo la ragazza comincerà a conoscere sempre di più la figura di Lucia e ne diventerà ossessionata.

Informazioni

Data: Gio 6 Ott 2011

Ingresso : Libero


588